Chi siamo

VALENTINIGIORGIO
Giorgio Valentini

Pensionato convinto che un mondo diverso è possibile.

Il modello di società che ci ha portati fino  quì non è in grado di progettare e realizzare un futuro per il bene delle persone, più solidale, più sereno, più giusto, più attento all’ambiente,più umano. Viviamo in una realtà sempre più povera di relazioni vere, con la crisi dei valori, dell’ economia, del lavoro e con una forte disoccupazione soprattutto giovanile.

L’augurio che questo spirito animi il gruppo e dia la speranza di guardare avanti per il bene di tutti.

011
Maurizio Arnaud, 42 anni

Medico, sposato con due figlie. Presta servizio come Guardia Medica presso il Distretto di Giaveno. Ha lavorato a lungo come consulente presso il SERT Valsangone. Ama la storia ed è ad un’esame dalla laurea quadriennale in storia antica.

Bisogna dare un anima alla città dove possa approdare chi ha delle Idee, dove si possa collaborare al di là degli odi atavici che ci dividono, in modo che si possa dimostrare ai Giavenesi che un altro modello è possibile

BECCARIA VILMA
Vilma Beccaria, 50 anni

Sposata con due figli di 12 e 14 anni. si occupa della famiglia e quando necessita aiuta il marito artigiano,  con cui, da sempre, condivide l’ attenzione agli altri. E’ entrata con lui come volontaria in Croce Rossa a Giaveno nel 1989 e ne è stata Commissario e Presidente fino al 2012. Negli anni bui in cui l’ Aids mieteva vittime e tanti ne avevano paura ha svolto  per 2 anni volontariato presso il Gruppo Solidarietà Aids di Torino. Facendo volontariato ha scoperto che per risolvere i problemi alla radice bisogna amministrare in modo diverso, per cui ha deciso di dedicare parte del suo tempo alla politica.

VERSINOHELMUT
Helmut Versino, 30 anni

Laureando in Scienze dei Beni Culturali, vuole lavorare per valorizzare le bellezze storico artistiche del territorio.

Dopo aver sperimentato l’attività di volontariato nella Croce Rossa Italiana, decide di partecipare all’Isola delle Idee al fine di promuovere attività volte all’integrazione degli strati più disagiati della popolazione.

stefania
Stefania Sanna, 40 anni

Mamma di una bimbina di cinque anni e una appena nata, lavora come medico dipendente pubblico dell’ASL TO3.

Ha deciso di partecipare alla nascita di questa associazione perchè crede che un gruppo di persone anche disomogeneo nell’età e nelle idee possa avere la voglia di confrontarsi e aprirsi a proposte nuove o meno nuove ma comunque utili al miglioramento di questa nostra collettività in cui vivere il quotidiano e crescere i nostri figli.

Viva le associazioni!

foto_piccola
Mariangela Marano, 39 anni

In seguito al proprio vissuto di madre e di membro del Consiglio d’Istituto della scuola locale, decide di dedicare parte del suo tempo studiando e promuovendo iniziative etiche atte a migliorare la condizione delle famiglie e dei bambini in Val Sangone.

Vista l’esperienza di mamma ed in ambito informatico intente interessarsi nella prevenzione del cyber-bullismo.

894780_10200218609722115_1332722762_o
Marizia Marini, 44 anni

Audiometrista con due figli pre-adolescenti si occupa principalmente di bambini, è stata la promotrice dello screening audiologico presso le scuole della nostra città.

All’interno della associazione si occuperà di prommuovere eventi che interessino i ragazzi , il loro rapporto con le famiglie, con la scuola e con il difficile mondo del lavoro.

foto angelo
Angelo Bonelli, 61 anni

Pensionato con due figli impiega il suo tempo nell’attività di volontariato presso la Croce Rossa di Giaveno. convinto che per poter risolvere i problemi occorre superare le divisioni in un’ottica di coerenza, condivisione di idee e sopratutto spirito di comunità

“L’isola delle idee” vuol essere un incubatore di pensieri, idee e proposte, da e verso la società al fine di far incontrare le esigenze della popolazione con le amministrazioni della cosa pubblica, in tutti gli ambiti sociali, salute, scuola, educazione giovanile, lavoro, tempo libero,ascoltando le idee proposte dai cittadini, discutendole e nello spirito del bene comune, facendosi promotore presso l’amministrazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *